Antipaesaggi, 2011

In lieu of pastel expectations and glossy preprinted memories, the white square hole (the in[tro]version of a screen) devours the gaze of the tourist along with his absence from the idealized view. Anti-paysages as the growing dilation of the percettively-reconstructable image: side-effects of the select+erase function of MS Paint. A progressive decolonization of clichéd postcard paraphernalia in the age of the Internet Landscapes and free stock photo libraries.

Al posto delle pallide aspettative e di patinati ricordi prestampati, il buco bianco (l'in[tro]versione dello schermo) divora lo sguardo del turista assieme alla sua assenza dalla visione idealizzata. Antipaesaggi come la crescente dilatazione dell'immagine percettivamente ricostruttibile: effetti collaterali della funzione seleziona-cancella di MS Paint. Una progressiva decolonizzazione dei clichè da cartolina nell'era del paesaggismo web e delle free stock photo libraries.

MS Paint cuts on stock photos
five .JPG files (various sizes)